Pagine

mercoledì 1 gennaio 2014

Capodanno come domenica

Dovrei fare un post sul vecchio anno, nel quale ricapitolo tutto quello che è successo di importante, bello o brutto che sia stato. Potrei ammorbarvi con un lacrimevole discorso su quanto questo anno sia stato importante per me, su quanto mi abbia formata e rafforzata, su come i miei amici mi abbiano amato e sostenuto e ringrazio anche mia madre che mi ha sempre fatto prendere lezioni di recitazione, senza di lei non avrei mai vinto questo oscar.  Più o meno una cosa così.



Il problema è che tra i propositi del nuovo anno, c'è quello di non rimuginare sul passato. E ovviamente quello di mantenere i propositi per questo anno. Cosa che, per inciso, non capita mai. Ma proprio mai. Del resto non è colpa mia. Il mondo è crudele, mica io.

Non so voi, ma a me il primo gennaio ha sempre messo tristezza. Il 31 tutti frizzanti, allegri, conto alla rovescia e trenino. Tombolate, morto, spumante e vino a litri. Il mattino dopo, già ci si è persi la prima mattina dell'anno. E si comincia male. 

Il primo gennaio è una lunga domenica pomeriggio. Tristezza a palate, mangiando avanzi e chiedendosi come mai ogni anno ci si ostini a cucinare il cotechino, che tanto non lo mangia nessuno e fa abbastanza schifo. E anche pentirsi di essersi abbuffati di lenticchie, la sera precedente. I soldi sono sempre tropo pochi, meglio rimediare.
Già dal 2 gennaio va meglio. Ma il primo è insostenibile.

Il cambio d'anno porta a persone come me degli stress inenarrabili.
Io ho imparato a scrivere la data correttamente a novembre. Prima era tutta una serie di 2012 corretti con un tre piazzato sul due finale. Anche quest'anno attendo con ansia il momento della scrittura delle date.
Traumatico anche il cambio di calendario. Dopo anni di infantilismo, ho deciso di abbandonare il calendario della Città del Sole, che rispondeva a tutti i miei personalissimi criteri: colorato, grande e con le caselle delle date abbastanza larghe per scriverci piccoli appunti. Tipo: "Idiota, oggi hai l'esame", oppure "Compleanno di Madre, auguri e pompa magna". Sfortunatamente i calendari da adulti non sono tutti così. Ed io sono schizzinosa. So che andrà a finire con me che corro in un negozio di Città del Sole ed abbraccio le ginocchia di una commessa, implorandola di trovarmi una delle ultime copie del meraviglioso, colorato ed infantile calendario. Oppure navigherò in Amazon, piangendo lacrimuccie di sangue. O appenderò un calendario della Banca di NonSoDove, perché mi rivelerò troppo tirchia per affrontare quest spesa. Vita grama.
L'altro enorme problema sono gli oroscopi di fine ed inizio anno. Non ce ne libereremo fino a inizio gennaio.
Ovviamente, mai un anno che il mio segno sia in pole position. In realtà ogni anno l'oroscopo infame mi annuncia peste, morte e carestia in tutti gli ambiti, tranne quello romantico, dove c'è sempre il massimo del punteggio ed il consiglio su quale sala prenotare per il matrimonio. Ogni anno tutto il resto va più o meno bene, mentre la vita amorosa non risulta mai essere statisticamente rilevante.


Siamo all'inizio, quindi. Con tutti questi piccoli disagi che accompagneranno la mia sciagattante esistenza, con tutti i propositi e le disavventure.

Che sia un 2014 sciagattoso per tutti.

PLatypus 

8 commenti:

  1. Scusa ma da quando ho visto questa gif animata il mio cervello si è sconnesso. È ipnotica, ma soprattutto ti fa pensare: ma QuANDO la Paltrow ha preso un oscar?

    RispondiElimina
  2. Giù i pensieri e su i bicchieri: via che quest'anno sarà spumeggiante e sciagattoso.
    Non perché lo debba essere l'anno in sé, ma perché lo sei te.
    :*

    Vale A

    RispondiElimina
  3. io, solitamente, mi godo il primo gennaio mangiando avanzi con gli amici, giocando a mille giochi in scatola...
    quest'anno volevo TUTTO di diverso, quindi ho regalato a Brivido un 2 giorni in beauty farm, ed ho mollato anche l'ultima tradizione delle feste...
    viva me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'anno prossimo ti copio e sparisco in una spa ;))

      Elimina
  4. io ho vegetato sul divano tutto il giorno, come ieri sera del resto! ;)
    però ho perso la cognizione del tempo ed è come se fosse domenica un'altra volta
    Buon anno cara ;)

    RispondiElimina

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.