Pagine

sabato 21 giugno 2014

No. Oggi proprio no.

A volte le mattine vanno male anche prima di poggiare un piede per terra dal letto. 

Suona la sveglia. 
Sibilo a Sorella di alzarsi e spegnerla, è lei che si deve alzare presto, non io.
La sveglia continua imperterrita. 
Imbisciata apro gli occhi.
Sono a Roma, Sorella è a Milano, a 488.871 chilometri di distanza. Dovrò essere io a spegnere la sveglia, alzarmi e iniziare la giornata.

Ho perso una maglia del mio orologio da polso preferito.
Ieri sera l'Italia ha perso. 
Ho finito di binge watch la quarta stagione di Doctor Who.
Sono usciti i risultati di un esame e lo devo rifare.
Devo andare a fare la spesa. 
Devo fare la ceretta.
Ho fatto un sogno bellissimo, che sembrava così reale ed ero così perfettamente felice.

Sono le otto. Spengo la sveglia e mi rimetto a dormire.
Non è una giornata che voglio iniziare.





Vostra e melanconicamente sciagattante,

platypus

2 commenti:

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.